APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

 

COSA SI INTENDE PER CONTRATTO DI APPRENDISTATO?

L’ Apprendistato è un contratto di lavoro subordinato, quindi dipendente, in cui il lavoratore segue un percorso di apprendimento insieme allo svolgimento della mansione.

La normativa prevede 3 diverse tipologie di Apprendistato:

  • per la qualifica e il diploma professionale (rivolto ai giovani dai 15 ai 25 anni). E’ regolamentato dalle Regioni, consente di conseguire una qualifica professionale all’interno dell’ambito lavorativo e rientra nel percorso di obbligo scolastico per i giovani.
  • professionalizzante o contratto di mestiere. Rivolto ai giovani fino ai 29 anni di età, è lo strumento che consente ai Datori di Lavoro di far apprendere la professione al nuovo assunto.
  • di alta formazione o di ricerca, finalizzato a conseguire titoli di studio specialistici, universitari e postuniversitari e per la formazione di giovani ricercatori per il settore privato.

COSA DEVE FARE L’AZIENDA CHE ASSUME UN APPRENDISTA?

L’ Imprenditore che assume l’apprendista deve:

  • redigere il Piano Formativo Individuale dell’apprendista
  • nominare un tutor interno per l’affiancamento dell’apprendista
  • assicurarsi che l’apprendista partecipi alla formazione prevista sia per i moduli delle competenze base/trasversali che dei moduli professionalizzanti
  • tracciare il processo di formazione e certificare l’ottenimento della qualifica al termine del percorso

Nella Regione Marche, la D.g.r 1000/2014 prevede che i dipendenti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante ricevano la formazione di base e trasversale attraverso moduli della durata di 120/80/40 ore a seconda del titolo di studio del lavoratore.

Le competenze acquisite attraverso i moduli di formazione base e trasversale riguardano quindi i seguenti ambiti:

  • comportamenti sicuri sul luogo di lavoro
  • organizzazione e qualità aziendale
  • relazione e comunicazione nell’ambito lavorativo
  • diritti e doveri del lavoratore e dell’impresa, legislazione del lavoro, contrattazione collettiva
  • lingue (ad esempio inglese o tedesco ma anche italiano per i lavoratori stranieri)
  • competenze digitali, sociali e civiche
  • spirito di iniziativa e autoimprenditorialità

PERCHE’ COLLABORARE CON NOI

Le aziende possono scegliere di sfruttare l’offerta pubblica finanziata: rivolgendosi agli uffici della Regione si avranno indicazioni sui corsi obbligatori in partenza relativamente a orario, date e sede di svolgimento.

Altrimenti, l’impresa può garantire la formazione obbligatoria collaborando con un Ente Accreditato.

I vantaggi di questa opzione sono:

  • progettazione del Piano Formativo Individuale
  • flessibilità e quindi personalizzazione degli interventi formativi
  • spazi su misura per la formazione sia in aula che in modalità FAD (formazione a distanza) 
  • costi di gestione ottimizzati grazie alla suddivisione in annualità
  • possibilità di abbattere i costi di gestione grazie alla collaborazione con il Fondo FonARCom
APPRENDISTATO
Top